Resta in contatto

Amarcord

Dal Perugia al tricolore con Maradona, Bagni si confessa al Museo

L’occasione propizia era data dalla presentazione del libro “Il Guerriero”, scritto con Ignazio Senatore. Ma il mediano, esploso nel Perugia e poi campione d’Italia con il Napoli, ha raccontato tanti aneddoti della sua eccezionale carriera.

Pomeriggio speciale nella sala conferenze del museo del Pergia Calcio, a Pian di Massiano: c’era l’ex grifone Salvatore Bagni, con il suo libro “Il guerriero”, scritto con Ignazio Senatore. All’evento anche alcuni dei protagonisti di quel Perugia Ilario Castagner, fra l’altro proprio nei giorni in cui si festeggia il 40esimo anniversario della squadra dei miracoli.

In 200 pagine ricchissime di aneddoti, anche inediti, Bagni racconta la sua vita da calciatore, dagli esordi nelle squadre giovanili vicino alla sua Correggio al salto in serie D a Carpi, dove fu prelevato dal Perugia. E di quando Castagner lo lanciò subito in A con grandi risultati.

Bagni ha ricorda i momenti felici di quelle stagioni d’oro, i rapporti coi compagni e l’intoppo del suo “sciopero bianco”, in campo, nella partita-scudetto contro il Milan. Altri capitoli interessanti sono ovviamente dedicati alle altre due squadra di serie A, l’Inter e il Napoli, oltre alle partite ed ai gol in Nazionale.

Naturalmente, uno spazio speciale hanno meritato lo scudetto vinto a Napoli ed il suo rapporto quasi fraterno con Diego Maradona.

Spazio, infine, ad analisi sul pianeta calcio, dove Bagni è rimasto come talent scout. Ora gira il mondo alla ricerca di talenti e collabora col figlio Gianluca, procuratore sportivo. L’ultimo scovato in ordine di tempo il milanista Kessie.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Amarcord