Resta in contatto

News

Caso Palermo-Perugia, la Cassazione apre uno spiraglio per i rosanero

Suffragate le tesi del tribunale di Caltanissetta secondo cui l’operazione Alyssa non sarebbe fittizia. Nuovi elementi per la corte d’appello federale.

Secondo i giudici della Cassazione, il tribunale del Riesame di Caltanissetta ha congruamente evidenziato come non vi siano elementi obiettivi per ritenere che l’operazione Alyssa, al centro della decisione degli organi di giustizia sportiva di retrocedere la società siciliana in Serie C, possa essere considerata “fittizia”. L’anticipazione da “Il Giornale di Sicilia“.

L’accusa è che il passaggio di Mepal (proprietaria del marchio della società siciliana e controllata dal Palermo Calcio) alla holding Alyssa sarebbe stato un modo per creare credito fittizio che avrebbe inficiato e gonfiato i conti del club rosanero, consentendogli di iscriversi illegittimamente a tre campionati sportivi.

Ora però c’è una nuova interpretazione, che potrebbe dare nuova linfa al ricorso pendente da parte della società di Zamparini, in discussione presso la corte d’appello federale il 23 maggio. Un clamoroso ribaltamento metterebbe in discussione la regolarità del turno preliminare playoff.

Una vicenda che purtroppo non riguarda più il Perugia che, in ogni caso, ha perso sul campo, a Verona.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News